A Milano ha attivamente sostenuto il processo di cambiamento avviatosi con le primarie del Centro Sinistra per la designazione del candidato Sindaco di Milano nel 2011. È componente del Comitato Antimafia istituito dal Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e presieduto da Nando Dalla Chiesa.

Nel 2009 ha pubblicato il libro “Qualunque cosa succeda” per Sironi Editore. Il libro ha vinto il Premio Tiziano Terzani (Udine) e il Premio Capalbio. La divulgazione dell’esempio del padre, a cui il libro si riferisce, lo  ha portato a realizzare fino ad oggi oltre trecentocinquanta incontri pubblici, su tutto il territorio nazionale (scuole medie superiori, Università e mondo delle libere professioni), sui temi della legalità e della responsabilità civile di ogni cittadino..

Editorialista e opinionista del Corriere della Sera, ha partecipato a numerose altre iniziative editoriali: sul tema dell’impegno civile, dell’etica e – in ambito professionale – di modelli organizzativi, di normativa anti-riciclaggio, di deontologia. A Pescara è stato insignito del Premio Nazionale Paolo Borsellino

L’8 novembre 2012, su sollecitazione di cittadini, associazioni e pubblici amministratori della Lombardia e in sintonia con molti ambiti politici orientati al cambiamento e al rinnovamento della Regione, ha accettato la candidatura come garante di un’ampia coalizione di centrosinistra per le elezioni regionali.

Il 15 dicembre 2012, vincendo le primarie del Patto civico con la maggioranza assoluta dei voti, è stato nominato candidato Presidente del centrosinistra per Regione Lombardia.

In seguito alle elezioni del 24 e 25 febbraio 2013, nelle quali la sua coalizione ha ricevuto 2.194.169 voti, ha accettato di guidare l’opposizione nel Consiglio Regionale della Lombardia.
Dall’opposizione è impegnato a promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica e la rigenerazione della politica intesa come linguaggio, approccio e metodo di esercizio della buona amministrazione.