Studio di fattibilità per la riapertura de navigli milanesi

Schermata 2015-06-25 a 12.59.13Il 24 giugno si è tenuto un convegno/dibattito presso la sede del Consiglio Regionale della Lombardia, sul tema della riapertura dei Navigli a Milano come occasione per la riqualificazione del territorio lombardo. Se si guarda bene il progetto di fattibilità, la riapertura degli 8 chilometri di Navigli a Milano altro non è che il necessario anello di congiunzione della grande rete idroviaria lombarda: per questo motivo, è quanto mai opportuno che sia proprio la Regione Lombardia la sede del dibattito progettuale e di valutazione economica di un’opera così strategica.

Città metropolitana

C’è il rischio che l’area metropolitana si risolva in una struttura monocentrica: un singolo polo cittadino (Milano)  contornato da  una grande periferia… In realtà l’area metropolitana è un insieme di contesti differenti tra loro, della cui identità non ci si deve dimenticare, e sui quali occorre riflettere per costruire una realtà autenticamente policentrica.

Dissesto idrogeologico

La Lombardia è la regione con il più elevato numero di fenomeni franosi: il 28% del totale nazionale. Una realtà allarmante ed allo stesso tempo sorprendente…

Comuni montani

La montagna lombarda è un mondo coeso, al di là della segmentazione imposta dalle vecchie provincie. Un mondo sorprendente, in quanto – a differenza di altri territori montani – è vitale e costituisce oggi un insieme di opportunità importanti, oltre ad essere la principale finestra attraverso la quale ci affacciamo sull’Europa.

Parchi regionali

I parchi regionali rappresentano una risorsa fondamentale. Costituiscono quasi un quinto dell’intera superficie lombarda: non è perciò possibile ignorarli. Oggi appaiono nel complesso gestiti in modo discutibile e sembrano correre gravi rischi. Perché? Cosa si dovrebbe fare?

La nostra regione

La città metropolitana: conoscere per pianificare. A cura del professor Claudio Conti.

Il «caso Seveso»

Il Seveso è tristemente noto per le sue ricorrenti esondazioni. Tuttavia non è questa l’unico motivo che lo rende pericoloso: è anche noto in Europa come il fiume nero per la qualità (se così si può dire) delle sue acque. Due problemi sui quali è interessante gettare luce. A cura del professor Claudio Conti.

Gestione dei beni comuni nelle smart cities

Make a Change promuove un cambiamento culturale che mette il capitale e il profitto al servizio del benessere sociale. Un nuovo Business Sociale che genera vantaggi per tutti all’interno del capitalismo-mercato tradizionale. Questa è la presentazione che Carlo Locatelli, responsabile Comunicazione e Partnership, ha illustrato durante “Rigenerazione Urbana”.